domenica 5 luglio 2009

“Siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i sogni.” (W.Shakespeare)

Noi siamo figli dell'Universo, siamo parte dell'Universo,


siamo il risultato dell'evoluzione dell'Universo,
perchè la materia di cui siamo fatti,


tutti gli elementi, il calcio, il magnesio, il silicio,
che formano il nostro corpo, sono stati costruiti nell'interno di grandi stelle,
molto più grosse del sole,

che arrivano alla fine della loro vita con un immane esplosione,
nel corso della quale si hanno una grande serie di reazioni nucleari, che danno luogo alla formazione di tutti gli elementi che conosciamo sulla terra, dall' elio, dall'idrogeno fino all'uranio, e nell'esplosione, questi elementi vengono sparpagliati nel mezzo interstellare,

e vanno ad arricchire le nubi di gas, da cui poi si formeranno altre stelle, altri pianeti e forse anche altre forme di vita, come è molto probabile, quindi noi siamo veramente figli dell'Universo, figli delle stelle, risultato dell'evoluzione dell'Universo, ma in grado di osservare l'Universo...di capire l'Universo.
(Margherita Hack - Astrofisica e divulgatrice scientifica)

“Siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i sogni.”
(W.Shakespeare)








8 commenti:

la signora in rosso ha detto...

ma la Hack e Shaspeare si conoscevano? pare proprio di si!!!

Lucignolo ha detto...

Lo scienziato ci illustra il di fuori, il poeta suggestiona il nostro di dentro;
qualcuno di noi cerca quel filo che unisce le sensazioni del fuori con il mondo di dentro.

Le affabulazioni sono le nostre,
come nostro è il viaggio.

JANAS ha detto...

La signora in rosso probabilmente...forse si sono incontrati nello spazio interstellare!! :))) chissà!! saranno li che vanno a finire tutti i nostri sogni...o forse e da li che vengono!!
Di certo lei conosce lui..almeno per averne sentito parlare :))))))

Lucignolo, forse il di fuori non è molto diverso dal di dentro, anche noi dentro siamo sempre un Universo in evoluzione..infondo è anche questo che dice la Hach ..noi dentro siamo fatti della stessa materia dell'Universo, e quindi siamo soggetti alle stesse dinamiche, un gioco continuo di forze, con esplosioni e stati di quiete..forze che cercano di raggiungere un apparente equilibrio, ...sempre con il rischio di finire in un profondo buco nero, o di esplodere e dar vita a nuove stelle!!
e cosa c'entrano i sogni? c'entrano..c'entrano...
sono una componente ..una forza che si agita dentro l'uomo ...
una spinta propulsiva ad andare avanti o comunque oltre!!
e questo per quanto riguarda i sogni ad occhi aperti...
poi ci sono quelli che si fanno ad occhi chiusi, (che hanno fatto la fortuna di Freud..:)))) e del gioco del lotto!!!).
Scherzi a parte sembra che dalle ultime ricerche di alcuni studiosi Americani ".. il sogno sarebbe un diverso modo di pensare. A.Hobson e R. Mc Carley, in base a recenti ricerche neurofisiologiche, avrebbero scoperto i meccanismi ormonali che interverrebbero durante l’attività onirica la quale sarebbe dunque il risultato di reazioni chimiche e biologiche più o meno casuali, alle quali il cervello cercherebbe di dare un significato (lo vedi che anche i sogni sono fatti di chimica e reazioni come l'Universo!!)! Ma qui si apre un discussione tra filosofi, pensatori e scienziati su cosa sia veramente il Sogno!! (qui si può approfondire http://www.geagea.com/07indi/07_08.htm)
intanto riporto l'ultima frase del testo di questo link che mi piace!:
(si parla del sogno analizzato da un punto di vista biologico e da quello psicologico) ...

"...Poter vedere e comprendere in un unico fenomeno i due versanti dello stesso problema, (l’approccio biologico e quello psicologico), ci permette di andare oltre la "solita" opposizione (caratteristica nel nostro modo di pensare dicotomico) e di restituire all’uomo il mondo dei simboli poichè anche di essi si deve nutrire, così come dice un sogno:
La sognatrice è seduta intorno ad un desco, insieme ad altre persone. Ma non verrà servito del cibo poichè il NUTRIMENTO comune consiste nel raccontare ognuno i propri sogni.

Antonio ha detto...

Ciao qui ho trascorso la navigazione nel Web e di guardare il tuo blog e vedere il motivo per cui ho deciso, come la patria della mia famiglia
mio padre è venuto da Bologna e vi auguriamo una visita Antonio M Matioli Sao Jose dos Campos Sao Paulo Brasile con grande desiderio di conoscere la terra dei miei antenati Italia


abbracci a tutti
http://noticiasjornaistv.blogspot.com/

giardigno65 ha detto...

verissimo, ma che strana sostanza ...

Pupottina ha detto...

bellissime le foto di questo post!!!

Daniele A. V. Menotti ha detto...

Bellissime foto e belle parole, quelle della Hack... Ma il parallelismo con Shakespeare non c'entra nulla. I versi citati sono tratti da "The Tempest", e precisamente dal monologo in cui il protagonista Prospero parla delle illusioni, che sono la base di un mondo falso destinato a cadere. Nella sua integrità: "Siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti i sogni, e la nostra piccola vita è avvolta in un sonno". E' dunque sbagliato leggere tali versi con romanticismo e positività, perché in realtà sono una lettura tragica dell'esistenza e della dimensione in cui essa si attua.

JANAS ha detto...

Grazie Daniele e benvenuto!
Vedi non necessariamente le parole della Hack devono essere correlate con quelle di Shakespeare, nel mio post stavo seguendo soprattutto un mio filo di pensiero, un mio modo di interpretare le loro parole, e ritrovare alcune corrispondenze nelle mie foto!
Anche quella foto in fondo è un illusione ottica, è il mondo visto attraverso un goccia d'acqua in un bicchiere, che riflette un po di cielo e un po di verde!
Se tu andassi a leggere altri post
troveresti che condivido il fatto che viviamo in un mondo di illusioni, che stiamo dormendo, e che spesso quello che noi crediamo reale non lo è! Anzi direi che questo Blog nasce con questa filosofia, che come dici tu probabilmente non ha niente di romantico! Anzi ti dirò di piu, forse io sono piu pessimistica di Prospero, perchè lui dice che sarà un mondo destinato a cadere, io temo che sarà un mondo destinato a durare se non iniziamo a svegliarci!
ti lascio alcuni link dei post in cui questo argomento viene affrontato in modi e sfumature diverse, ma ti consiglio anche di leggere le citazioni a destra del blog quelle di Matrix:

"Svegliati Neo. Matrix ha te. Segui il coniglio bianco!"

È la tua ultima occasione, se rinunci non ne avrai altre. Pillola azzurra, fine della storia: domani ti sveglierai in camera tua, e crederai a quello che vorrai. Pillola rossa, resti nel paese delle meraviglie, e vedrai quant'è profonda la tana del bianconiglio.
(Matrix)

i link:
http://sofia-janas.blogspot.com/search?q=ballerina

http://sofia-janas.blogspot.com/2009/02/platone-e-il-mito-della-caverna.html

http://sofia-janas.blogspot.com/2009/01/panta-rei-bis-ad-integrazione-del.html

http://sofia-janas.blogspot.com/2008/12/fino-quale-profondit-della-tana-del.html