mercoledì 5 marzo 2014

Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle





      Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle
      sentire gli odori
      catturare l'anima
      Tutti quelli che hanno la carne a contatto alla carne del mondo
       perché li c'è verità
       li c'è dolcezza
       li c'è sensibilità
       li c'è la parola chiamata amore"
                    (A. Merini )



martedì 13 marzo 2012

incoscio tecnologico ..."mo me lo segno"!!

Una volta il titolo di quest'immagine era "Pensa", oggi ho pensato di rinominarla con "Inconscio Tecnologico" (ma potrei anche definirlo "un fagiano un po’ rosicchiato), un termine che non conoscevo finché, non sono capitata nel blog di Michele Smargiassi,  e dopo aver letto questi suoi due post :


lo-sguardo-precotto-e-mangiato/


non-e-solo-uno-strumento


Quindi, sembra sia necessario e doveroso, che, tutte le volte in cui  mi cimenterò con la  fotografia con la mia digitale e/o utilizzerò altri strumenti tecnologici per modificare quelle immagini e trasformarle in altro, tenga ben presente che detta realizzazione, riporti dentro se ..o al limite a margine insieme alla mia firma, (che peraltro non riporto quasi mai all'interno delle immagini) che non è da considerarsi un mio prodotto ma una coproduzione! E questo per non essere vittima di un'altra patologia, (oltre a quelle classiche di Freud e altri illustri psicologi: complesso Edipico, Narcisismo, delirio di onnipotenza..) che si chiama Inconscio Tecnologico!
ok..Mo me lo segno!! come diceva Troisi a chi gli diceva "Ricordati che devi morire!!

lunedì 29 marzo 2010

mercoledì 17 marzo 2010

Pettirosso


Il genio non è che un canto di pettirosso all'inizio di una primavera tardiva.
(k. Gibran)

lunedì 30 novembre 2009

Dalla terra nasce l'acqua, dall'acqua nasce l'anima...
È fiume, è mare, è lago, stagno, ghiaccio e quant'altro...
è dolce, salata, salmastra,
è luogo presso cui ci si ferma e su cui ci si viaggia
è piacere e paura, nemica ed amica
è confine ed infinito
è cambiamento e immutabilità ricordo ed oblio.
Eraclito
...E l'acqua passa e gira
e colora e poi stinge,
cos'è che mi respinge e m'attira;
acqua come sudore,
acqua fetida e chiara,
amara senza gusto né colore.
Ma l'acqua gira e passa...
E mormora e urla, sussurra, ti parla e ti schianta,
evapora in nuvole cupe rigonfie di nero diventa di terra,
di vento, di sangue e pensiero.
Ma a volte vorresti mangiarla sentirci dentro,
un sasso che l'apre, che affonda e sparisce e non sente,
vorresti scavarla, afferrarla, lo senti che è il centro

di questo ingranaggio continuo, confuso e vivente.
Acque del mondo intorno
di pozzanghere e pianto
di me che canto al limite del giorno,
fra il buio e la paura
del tempo e del destino
freddo assassino della notte scura
Ma l'acqua gira e passa...


Francesco Guccini

domenica 4 ottobre 2009

Pensiero

Pensiero, io non ho più parole.
Ma cosa sei tu in sostanza?
qualcosa che lacrima a volte,
e a volte dà luce.
Pensiero, dove hai le radici?
Nella mia anima folle
o nel mio grembo distrutto?

Sei così ardito vorace,
consumi ogni distanza;
dimmi che io mi ritorca
come ha già fatto Orfeo
guardando la sua Euridice,
e così possa perderti
nell'antro della follia.

(Alda Merini)


Spazio spazio, io voglio, tanto spazio
per dolcissima muovermi ferita:
voglio spazio per cantare crescere
errare e saltare il fosso
della divina sapienza.
Spazio datemi spazio
ch’io lanci un urlo inumano,
quell’urlo di silenzio negli anni
che ho toccato con mano.
(Alda Merini)

domenica 27 settembre 2009

Cum-panis



Cum-panis-> Con- pane.. ->Compagni...

Compagno..colui con cui condividiamo lo stesso pane
partecipe dello stesso vitto!