mercoledì 8 aprile 2009

Tutto quel che vediamo, quel che sembriamo non è che un sogno dentro un sogno? (Edgar Allan Poe)

UN SOGNO DENTRO UN SOGNO

Questo mio bacio accogli sulla fronte!
E, da te ora separandomi,
lascia che io ti dica
che non sbagli se pensi
che furono un sogno i miei giorni;
e, tuttavia, se la speranza volò via
in una notte o in un giorno,
in una visione o in nient'altro,
è forse per questo meno svanita?
Tutto quello che vediamo, quel che sembriamo
non è che un sogno dentro un sogno.

Sto nel fragore
di un lido tormentato dalla risacca,
stringo in una mano
granelli di sabbia dorata.
Soltanto pochi! E pur come scivolano via,
per le mie dita, e ricadono sul mare!
Ed io piango - io piango!
O Dio! Non potro' trattenerli con una stretta piu' salda?
O Dio! Mai potrò salvarne
almeno uno, dall'onda spietata?
Tutto quel che vediamo, quel che sembriamo
non è che un sogno dentro un sogno?

(Edgar Allan Poe)


2 commenti:

Il Massimo ha detto...

I volontari specializzati si danno da fare
e danno un eccellente contributo per salvare le vite dall'onda sismica.
A loro un plauso che sgorga dal cuore.
Buona e serena Pasqua a te e famiglia
Ciao.

JANAS ha detto...

Massimo, sono veramente delle persone eccezionali, a loro tutta la nostra stima e rispetto, nonchè il ringraziamento di tutti!

Grazie Massimo e Buona Pasqua anche a te e alla tua famiglia! :)